Calm and hand
Educazione

La lentezza in un mondo che corre

Noi adulti viviamo oggi in una società sempre più veloce, che ci obbliga a correre ogni giorno e riempire il nostro tempo il più possibile. Essere multitasking, cioè capaci di fare tante cose contemporaneamente, è diventata una qualità di cui essere orgogliosi, oltre che necessaria per riuscire a fare tutto. Dobbiamo produrre e dare sempre il meglio di noi stessi. Abbiamo paura di perdere tempo, di non fare abbastanza e ci sentiamo in colpa per i momenti di riposo.

Una vita che corre, sempre!

Il problema è che in questa nostra corsa coinvolgiamo anche i bambini che invece sono fatti di altra natura.

Quante volte durante la giornata ripetiamo ai bambini: “sbrigati” “muoviti, non perdere tempo”? Infinite volte, a casa come a scuola.

Riempiamo le loro giornate di mille impegni: sport e corsi di ogni genere; a scuola, molto spesso, si sente parlare di programmi e tempi da rispettare, ma si perde di vista la cosa più importante: la vita stessa del bambino.

 

LA LENTEZZA IN UN MONDO CHE CORRE

 

Spesso diamo la colpa alla pigrizia dei bambini o alla loro distrazione, invece è proprio il modo di vivere dei bambini che spesso a noi manca. 

Loro vivono nel presente in modo assoluto; si prendono il tempo per ogni cosa, soprattutto si prendono il tempo per loro stessi.

 

Autumn child

 

Non si fermano al superficiale ma vanno a fondo, soprattutto quando cose e persone meritano curiosità e attenzione.

Ogni volta che diciamo i nostri “sbrigati” li stiamo allontanando dal bello del loro essere bambini per risucchiarli nella frenesia dei nostri tempi, la stessa frenesia di cui noi stessi siamo succubi.

Purtroppo non è sempre facile cambiare queste dinamiche, gli impegni sono tanti ogni giorno e il mondo attorno, comunque, non si ferma. Però possiamo innanzitutto prendere coscienza delle cose e cercare di cambiare l´attitudine nei confronti dei bambini e magari adottare qualche piccolo cambiamento. Possiamo sfruttare bene il tempo che passiamo insieme, cercando di essere presenti con mente e corpo; oppure cercare di organizzare un pò meglio gli impegni e i tempi, quando è possibile, in modo da non farli coincidere con il tempo dedicato ai bambini; possiamo “rubare” 5 minuti ad altre cose per lasciarci coinvolgere dalla loro fantasia ( 5 minuti a volte per un bimbo sono un´eternità!).

Spesso i bambini con i loro tempi possono sembrare un intralcio alla nostra vita frenetica ma loro vedono e vivono le cose in un modo che è davvero un peccato rovinare con i nostri richiami.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.