Fearless girl
Approfondimenti,  Educazione

L´8 marzo con i bambini…per costruire il futuro!

Siamo vicini all´8 marzo e, proprio per questo, ho deciso di cogliere quest´occasione per parlarvi di alcuni dei temi che a me stanno particolarmente a cuore. L´8 marzo è una data importante eppure spesso banalizzata. 

La Giornata Internazionale della Donna, secondo il sito ufficiale,  è “una giornata mondiale per celebrare le conquiste sociali, economiche, culturali e politiche delle donne”. Questo giorno non appartiene a nessun Paese, nessun gruppo o idea politica, è di tutti, ovunque!

La Giornata Internazionale della Donna è molto di più che un semplice scambio di fiori, o un´occasione per ritrovarsi a cena tra sole donne. È un giorno in cui possiamo e dobbiamo diventare ancora di più educatori nei confronti dei bambini. Dobbiamo cogliere l´opportunità di questo giorno, per affrontare con loro, bambine E bambini, temi importanti come il valore dell´uguaglianza, il ruolo, le sfide e i diritti delle donne; e soprattutto per guidarli a sfidare stereotipi di genere e pregiudizi. 

 

È UN GIORNO PER COSTRUIRE IL FUTURO!

 

Ancora oggi, troppo spesso, sentiamo ancora parlare di lotte da parte delle donne: lotte ai giusti riconoscimenti, lotte al diritto di lavorare, lotte alla violenza ed al rispetto del proprio corpo e, paradossalmente, anche lotte al diritto all´educazione. 

 

Malala
Malala Yousafzai, è una ragazza pakistana conosciuta per la sua lotta per il diritto all’istruzione. Nel 2012 è stata colpita alla testa dai Talebani proprio per questo suo impegno. È sopravvissuta e nel 2014 ha ricevuto il Premio Nobel per la Pace.

 

Ancora oggi ci si meraviglia per una mamma che decide di lavorare ed un papà che decide di stare a casa; ancora oggi negli asili e nelle scuole si sente fare la distinzione netta di ciò che è, o appartiene, a “maschietti e femminucce”; ancora oggi ci sono ragazze a cui è negata la possibilità di studiare e sognare un futuro diverso solo perché nate donne, e che rischiano la loro vita per poter fare anche una sola ora di lezione; ancora oggi ci sono donne obbligate a sposare una persona che non amano, o a sottostare a lui perché cresciuti, forse entrambi, con l´idea del  “sesso debole”; ancora oggi ci sono ragazze che devono rinunciare al loro sogno perché non è “una cosa da donne”.

 

Book about gender stereotypes
Un libro per inspirare le nuove generazioni e combattere gli stereotipi di genere. Da leggere con le bambine ma anche con i bambini.

 

Ogni giorno dell´anno dovrebbe essere la giornata del rispetto, dell´uguaglianza e della pace nel senso più ampio del termine. L´8 marzo dovrebbe essere solo una giornata un pò più speciale,  dove fare il pieno di risorse e ripartire. Una giornata in cui aprire lo sguardo e la mente a situazioni, problematiche e realtà vicine e lontane. Una giornata in cui capire davvero la grande responsabiltà che abbiamo nei confronti dei bambini, e la grande fortuna di poter sfruttare questo giorno per crescere entrambi. Non importa se sono i nostri figli, o i nipoti, o i vicini di casa, o anche i bambini delle nostre scuole…ogni relazione è importante.

Allora perché non leggere insieme un libro adatto a questi temi, o magari andare a sceglierlo e comprarlo insieme. Oppure guardare un film, la Disney per esempio ha diverse proposte a riguardo.

Brave movie
“Ribelle” (film Pixar-Disney), in inglese il titolo rende meglio l´idea centrale del film: “Brave”, coraggio.

Oppure disegnare insieme qualcosa ispirato a questo. O magari partecipare, con i più grandi, a qualche evento, cercando tra le varie proposte ed opportunità. Oppure informarsi sulle diverse organizzazioni che si occupano di questi temi e vedere i loro progetti e suggerimenti.

Alla fine non conta molto cosa decidiamo di fare, quello che conta sarà prendere coscienza. Coscienza che tra le mani abbiamo gli uomini e le donne di domani; coscienza che se vogliamo, non solo sperare e sognare, ma avere un mondo ed una società migliore, dobbiamo lavorare TUTTI, ogni giorno per costruirla.

E questa costruzione parte proprio dai bambini!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.